I più brillanti pesci d'aprile di sempre. Alcuni sono diabolici!


Pubblicata il 29 Mar 2014  


Ogni anno vi è un numero imprecisato di "vittime" degli scherzi del Primo Aprile! Quest'anno non essere tu la vittima, ma sii il carnefice e "terrorizza" amici, famigliari e colleghi di lavoro. ;-)

Per semplificarvi il lavoro vi elenchiamo alcune idee.

Piantare un giardino nella tastiera del collega

Foto

Foto

Mantenere svegli i propri coinquilini con un fermaporta originale

Foto

Camuffarsi in auto

Foto

Offrire un bicchiere d'acqua impossibile

Foto

Aggiornare la dotazione d'ufficio di un collega

Foto

Fare un bel cerchio di carrelli della spesa

Foto

Ricoprire la saponetta della doccia con smalto da unghie

Foto

Iniziare una infestazione di ratti

Foto

Rendere l'ammortizzatore della sedia un po' più vivo

Foto

Assicurarsi che neppure il bagno sia un luogo sicuro

Foto

Lavorare un po' il cartone...

Foto

Convertire un tergilunotto in un arcobaleno (è pericoloso, non fatelo)

Foto

Foto

Sostituire l'antibatterico con del lubrificante

Foto

"Personalizzare" l'ufficio di un collega

Foto

Sostituire il ripieno dei biscotti con qualcosa di meglio

Foto

Tenere aggiornato un collega sulle ultime notizie

Foto

Un party a sorpresa all'apertura dell'ufficio

Foto

Buonissime queste mele caramellate...

Foto

Se vi avanzano post-it

Foto

Riempire le brioches con la mayonese

Foto

Aggiungere del cotone congelato alla carrozzeria

Foto

Impacchettare l'auto del vicino

Foto

Assicurarsi che vi sia acqua per tutti

Foto

Un po' di gelatina non guasta

Foto

Foto

Fonte: Bored Panda)

Ci auguriamo che, dopo aver letto questo post, tu sia pronto per il Primo Aprile 2014. Non fidarti di nulla e di nessuno, e se provate uno degli scherzi elencati qui, beh, preparatevi a eventuali ritorsioni. Buona fortuna!

Se pensavate che questo elenco sia abbastanza esilarante, passate parola!

| Condividi su Facebook

Ti è piaciuta?   


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. - Disclaimer